ATTESTATO DI BENEMERENZA COVID-19 – NO A DISPARITA’ DI TRATTAMENTO – RICHIESTA CHIARIMENTI

OGGETTO: Attestazione di Pubblica Benemerenza del Dipartimento della Protezione Civile per lo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili Coronavirus Territorio nazionale.

NO A DISPARITA’ DI TRATTAMENTO – Richiesta di Chiarimenti urgenti

AL SIGNOR QUESTORE DI NAPOLI

ALL’UFFICIO RELAZIONI SINDACALI – QUESTURA DI NAPOLI

Egregio Questore, la presente per comunicarLe che questa Segreteria Provinciale ha raccolto numerosissime perplessità e preoccupazioni, assolutamente condivisibili, da parte del personale in servizio presso i vari Uffici della Polizia di Napoli, che è stato impiegato in servizi particolari per gli eventi straordinari ed eccezionali, del “Controllo Territorio per l’emergenza epidemica da Covid-19, al quale, stando alle disposizioni ministeriali, dovrebbe essere riconosciuto l’attestato di benemerenza, così come disposto dal DPCM emergenza che prevede tale riconoscimento a quel personale che effettivamente è stato esposto ad eventuali contagi.

Lo stesso Dipartimento di P.S., in data 15 luglio 2020, ha invitato tutte le Questure ad individuare il personale impiegato per i sevizi in questione che abbiano meritoriamente partecipato agli stessi per un periodo non inferiore ai 15 giorni anche non continuativi. In ottemperanza all’invito ricevuto, gli Uffici coinvolti dovranno fornire gli elenchi del personale impiegato per i servizi in argomento.

Tutto ciò sembrerebbe quasi scontato ma, per le pregresse esperienze, Le assicuriamo che assolutamente non lo è!

Infatti, proprio codesta Questura, nell’anno 2009, per una circostanza analoga, commise errori grossolani a danno di numerosi colleghi che non furono inseriti nelle liste delle candidature per l’attestato di benemerenza, cagionando, in tal modo, non solo una grave disparità di trattamento fra gli operatori impiegati nei medesimi servizi ma anche un grave danno professionale impedendo loro di concorrere coi medesimi titoli, al pari dei loro colleghi, ai vari concorsi di avanzamento di qualifica, non ultimo il concorso a vice sovrintendente .

Orbene, condividendo in toto le giuste perplessità di questi operatori di polizia che sono stati penalizzati nel passato da codesta Questura, questa O.S. chiede ai sensi dell’art. 3 della legge 241/90, con cortese urgenza :

  • di essere informata circa l’applicazione delle procedure inerenti la trasmissione al Dipartimento della P.S. dell’elenco del personale impiegato nelle attività connesse agli eventi straordinari indicati;
  • l’elenco dei nominativi trasmesso al dipartimento;
  • che venga affisso all’albo di ogni Ufficio l’elenco dei candidati, ciò a garanzia di tutti i dipendenti evitando errori e disparità di trattamento.

Si resta in attesa di un cortese riscontro . Distinti Saluti.

Il Segretario Generale ProvincialeRaimondi Giuseppe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *